Il senso di una fine

La vita tranquilla di Tony Webster è pretesto adattissimo a Julian Barnes per fargli raccontare, con poco dispendio di parole, questo The Sense of an Ending (vincitore del Man Booker Prize 2011), che già nel titolo evoca una riflessione di tipo storico.

Per capire i senso di una fine – fine che nel romanzo prende le forme del suicidio dell’amico Adrian – occorre andare à rebours, dipanare trame sottintese in piccoli aneddoti della durata di un weekend, entrare in pagine di diario (quello che il suicida lascia al protagonista), rivedere una ex fidanzata sfuggente allora come dopo decenni, dalla quale persino la madre di lei lo aveva messo in guardia.

 La verità di ogni storia si trova nello  scarto tra gli eventi narrati e e la storia della voce narrante; come dice Adrian,  “la questione dell’interpretazione soggettiva in conflitto con quella oggettiva, il fatto che dobbiamo conoscere la storia di chi scrive la storia, se vogliamo comprendere la versione degli eventi che ci viene proposta”. La parabola di Tony, l’arco compreso tra la scuola e la pensione, scorre con la rapidità sfocata di un giallo. Pezzi di vissuto, filosofia e letture si confondono seguendo un disegno che sarà davvero intelligibile solo alla fine, dopo un percorso che nasce dal mistero della morte del fascinoso amico un po’ guru. Comunque, una conoscenza cangiante: “La Storia è quella certezza che prende consistenza là dove le imperfezioni della memoria incontrano l’inadeguatezza della documentazione”.

Il protagonista volteggia sulle sue modeste vicende cercando di interrogarsi, con un linguaggio molto sorvegliato, privo di pesantezze pur restando sempre meditativo.

§§§§

“Con l’andare degli anni, ti aspetteresti un po’ di riposo, no? Sei convinto di meritartelo. Io lo pensavo, almeno. Poi però cominci a capire che la vita non promuove per merito”.

  

 

Il sito di Julian Barnes 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...