Miti nei cieli

Quando i miti si perdono nei cieli, la ricerca delle loro tracce può durare anche decenni. E’ successo allo scrittore Antoine de Saint-Exupery, come all’aviatrice  Amelia Earhart. Entrambi  fatalmente attratti dal volo, il mistero della loro fine resta nonostante il ritovamento dei relitti di aereo sul quale precipitarono. Ci sono i dubbi legittimi, certo, ma forse anche un’emblematica ritrosia a considerare chiusa la vicenda.

I resti del Lockheed P38 Lightning a bordo del quale il Piccolo Principe si inabissò nel Mediterraneo sono stati trovati nel 2004 al largo di Marsiglia. Saint-Exupery, partito in missione ricognitiva, era scomparso il 31 luglio del 1944, poco dopo il decollo da una base in Corsica.

E a 75 anni dalla sua scomparsa in mezzo al Pacifico forse anche la caccia ai resti di Amelia Earhart è finita. Un gruppo di appassionati ritiene di aver trovato ciò che resta della carlinga del bimotore Lockheed L-10 Electra dove si è sempre pensato: sul fondo dell’atollo disabitato di Nikumaroro nella Repubblica di Kiribati, nel mezzo del nulla del Pacifico, a 2.900 km da Honolulu. Il punto di domanda resta, però.  Perché l’annuncio del ritrovamento arriva due giorni prima della messa in onda di uno speciale sulla squadra Tighar su Discovery Channel, dunque c’è il sospetto di un possibile movente pubblicitario. Gli stessi esperti del team, però, mantengono la prudenza. «Per ora il nostro gruppo ha analizzato solo il 30 percento delle immagini – ha detto il direttore di Tighar, Ric Gillespie  – Non vogliamo dare per certo il ritrovamento. Dobbiamo cercare più prove. Ma queste immagini sono incoraggianti. Ora dobbiamo tornare indietro a guardare meglio quei fondali».

Femminista, amica (e forse qualcosa di più) di Eleanor Roosevelt, creatrice di uno stile inconfondibile di androgina avventuriera – con calzoni da polo, stivali, cravatta e giubbotto di pelle – Amelia Earhart è stata la prima donna ad attraversare l’Atlantico in solitaria. Ma il suo progetto più ambizioso era quello di circumnavigare il globo lungo la rotta equatoriale. Earhart e il suo navigatore Fred Noonan,decollarono il 2 luglio del 1937 da Papua-Nuova Guinea. Sparirono senza lasciare tracce nonostante le lunghe ricerche.

[youtube_sc url=”http://youtu.be/dAP9IBnYlm4″%5D

[youtube_sc url=http://youtu.be/g7aMcDeuQ8I]

[youtube_sc url=http://youtu.be/c34zp0kxt_0]

[youtube_sc url=”http://youtu.be/iAb6Jgb41mo”%5D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...