Agnes Martin, minimalista

agnes3

Agnes Martin, Untitled 1959 © Estate of Agnes Martin/DACS, London, 1915

La prima retrospettiva di Agnes Martin dal 1994, alla Tate, racconta in tutte le sue declinazioni il suo delicato minimalismo, un po’ figlio di Mark Rothko. La pittrice canadese – come si legge nel sito del museo londinese – è nota per i quadri dalle sottili linee a matita con colori pallidi.

Il suo stile controllato è stato sostenuto da una profonda fede nel potere emotivo ed espressivo dell’arte. Senza la consapevolezza della bellezza, dell’innocenza e della felicità – ha scritto Agnes Martin – non si possono fare opere d’arte

agnes2

Agnes Martin, Untitled #3 1974 – Des Moines Art Center, Iowa

Agnes Martin ha vissuto e lavorato a New York, diventando una figura chiave nell’ambiente degli Astrattisti, a prevalenza maschile, negli anni Cinquanta e Sessanta. Poi, nel 1967, proprio mentre la sua arte guadagnava consensi, abbandonò la città e andò in cerca di solitudine e di silenzio. Per quasi due anni viaggiò Stati Uniti e Canada, prima di stabilirsi definitivamente in New Mexico; come Georgia O’Keeffe, Mark Rothko, DH Lawrence e Edward Hopper aveva fatto prima di lei.

Happy Holiday 1999 by Agnes Martin 1912-2004

Agnes Martin, Happy Holiday 1999

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...