All’asta vince la Modena di Luigi Ghirri (ma c’è anche l’imperfezione di Tichý)

ghirri

LUIGI GHIRRI 1943-1992 Modena, dalla serie “Architetture di Aldo Rossi” 1985 Archivio Ghirri Stima: € 6.000 Aggiudicato a: € 17.500

miroslav

Miroslav Tichý

All’asta Bolaffi, che per la seconda volta ha animato a Milano il collezionismo fotografico – fenomeno recente e crescente in Italia – Luigi Ghirri è stato protagonista: la sua Modena ha raggiunto la quotazione più alta di 17.500 euro. Brillanti anche Mario GiacomelliGirotondo dei pretini a 4.000 euro – e Franco FontanaPaesaggio italiano a 3.750 euro. Grande battaglia in sala per i dagherrotipi stereoscopici francesi, cuore della raccolta di immagini dell’Ottocento. E poi Brooklyn di di Berenice Abbott a 9.375 euro; gli innamorati di Robert Doisneau a 4.750 euro, tre volte la base.

C’erano anche le meno note ma sorprendenti immagini di Miroslav Tichý sosteneva che prima di tutto è necessario avere una macchina fotografica scadente, e che se vuoi essere famoso, è necessario fare qualcosa peggio di chiunque altro al mondoTichý smantella le regole della fotografia che impongono stampe perfette, nitide; le sue sono mal conservate, macchiate e tagliuzzate.

E pure quella imperfezione risulta suggestiva e poetica. Le sue foto furono scoperte solo nel 2000, dal critico Harald Szeemann  che lo portò alla Biennale di di Siviglia nel 2004 e lo fece conoscere e apprezzare nel mondo. Morì il 12 aprile 2011 a Kyjov, nella Repubblica ceca.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...