Una foto rivela la passione segreta di Oscar Wilde nel carcere di Reading

Mostra su Oscar Wilde

Henry Bushnell – Steve Parsons/PA Wire

E’ il ritratto di Henry Bushnell,  il carcerato di cui Wilde si invaghì. Ora possiamo vederne il volto grazie a una ricerca negli archivi del carcere  di Reading. L’immagine di Henry Bushnell è stata trovata dal professor Peter Stoneley, all’Università di Reading, che ha fatto uno studio sui compagni di prigionia di Wilde. Secondo Stoneley Wilde era “attratto” da Bushnell, ma i dettagli della loro relazione sono sconosciuti. Wilde fu condannato a due anni di reclusione per omosessualità nel 1895. In una lettera Wilde parla di un “tipetto dagli occhi scuri”, che si ritiene essere l’operaio Bushnell,  imprigionato per ventuno furti tra il 1892 e il 1911, sostiene il prof. Stoneley. 

Mostra su Oscar Wilde

Steve Parsons/PA Wire

Mostra su Oscar Wilde

Steve Parsons/PA Wire

La maggior parte dei detenuti non sono stati fotografati, ma Bushnell sì in quanto recidivo. Esistono sette foto segnaletiche di lui negli archivi del carcere di Reading.

Parlando in occasione del 160esimo anniversario della nascita di Wilde, il prof. Stoneley ha detto: “Noi non conosciamo i dettagli del rapporto tra Wilde e Bushnell. Tuttavia, ai prigionieri vittoriani non era ufficialmente nemmeno permesso di parlarsi tra loro, mentre erano in carcere –  né tanto meno mangiare o lavorare insieme, o intessere relazioni private.

Nella mostra Oscar Wilde and Reading Gaol (dal 22 ottobre) sono esposte diverse foto di prigionieri detenuti nel carcere di Reading nello stesso periodo di Wilde.

____________________________________________

© Oscar Wilde

Napoleon Sarony è colui che ha fissato l’immagine del dandy, l’autore del brand vincente di Oscar Wilde, con le sue pose illanguidite, gli sguardi morbidi, la ricercata disinvoltura di chi teorizzava come la bellezza fosse la più alta forma del Genio, e per il quale lo stile era tutto. Proprio per una delle foto a Oscar Wilde sorsero problemi di copyright. Sarony fece causa alla Burrow-Giles per uso non autorizzato di Oscar Wilde n.18  per una pubblicità (1884). A fine processo, dopo aver vinto, Sarony fece una foto alla stessa Corte suprema.

“Nel 1882 circa, il famoso fotografoscatta una altrettanto famosa foto di Oscar Wilde. Il drammaturgo inglese si fa ritrarre in un provocatorio montaggio di elementi conservatori con altri decisamente meno consueti per un gentleman: i capelli vistosamente lunghi, la pelliccia abbondante, il velluto sinonimo di grande lusso hanno l’intenzione di creare, in chi osserva la foto, disturbo o compiacimento. Wilde è stato un abile promotore della propria immagine, capace di sfruttare le performance fotografiche al fine di consolidare notorietà e mito”, scrive Federica Muzzarelli in Moderne icone di moda. Grazie alla fotografia il dandy da isolato eccentrico diventa così colui che impone la sua immagine e il suo stile  come un evento collettivo.
Insomma diventa una celebrità.

The Sarony Photographs of Oscar Wilde

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...