“Io non mi piaccio”

[youtube_sc url=”http://youtu.be/Gjznx0X4eMw”%5D

“Io non mi piaccio. Tutto qui”. Finisce in questo modo lapidario Sviatoslav Richter il racconto della sua vita.  Due anni prima della sua morte, il 1 agosto 1997, il pianista accettò di parlare della di sé e della sua turbolenta storia familiare (c’è anche un’intervista alla moglie, la cantante Nina Dorliac). Fu un’impresa faticosa: già ottantenne e non in buona salute, chiese di non essere ripreso dalle telecamere, fu quindi filmato di nascosto da una camera fissa. Il risultato è questo bellissimo documentario, nel quale con severo distacco Richter scandisce nel suo russo deciso giudizi e aneddoti – del mondo musicale di quegli anni come della vita nella Russia di Stalin – inframmezzati, accentati, da preziosi filmati dei suoi concerti, sia da solista che con altri grandi musicisti.

Ora è tornato disponibile L’insoumis di Bruno Monsaingeon. Lo possiamo vedere  nel video sopra, con sottotitoli in italiano, grazie a FuoriOrario di Raitre che lo ha trasmesso.

Bruno Monsaingeon ha fatto altri importanti lavori in campo musicale. Tra l’altro ha collaborato alla sceneggiatura di 32 piccoli film su Glenn Gould.

Bruno Monsaingeon