Grete Stern

stern-glass

foto Grete Stern

«Quest’opera (a sinistra) è del 1927, mentre Grete Stern studiava con il fotografo  Walter Peterhans a Berlino. Il suo obiettivo principale – riprodurre nel modo il più preciso possibile la materialità specifica dell’oggetto – qui è notevole. Del suo periodo con Peterhans Stern dirà:

La cosa più importante era imparare a vedere le cose in modo fotografico: da dove devo scattare la foto? Decidere la luce – cosa deve essere a fuoco e cosa sfocato – e quali dettagli devo scegliere? E solo dopo che tutto questo era stato deciso usavamo lo schermo di messa a fuoco per mettere la macchina fotografica nella posizione tale per cui  la foto mostrasse tutto quello che volevamo».

(da B. Friedewald, Women photographers, Prestel)

Proprio di questa fotografa poco nota al grande pubblico apre a maggio al MoMA Dal Bauhaus a Buenos Aires: Grete Stern e Horacio Coppola. E’ la prima grande mostra sulla fotografa di origine tedesca, il cui lavoro è esposto insieme a quello di un altro protagonista della fotografia d’avanguardia, l’argentino Horacio Coppola.

Grete Stern

stern-glass

foto Grete Stern

«Quest’opera (a sinistra) è del 1927, mentre Grete Stern studiava con il fotografo  Walter Peterhans a Berlino. Il suo obiettivo principale – riprodurre nel modo il più preciso possibile la materialità specifica dell’oggetto – qui è notevole. Del suo periodo con Peterhans Stern dirà:

La cosa più importante era imparare a vedere le cose in modo fotografico: da dove devo scattare la foto? Decidere la luce – cosa deve essere a fuoco e cosa sfocato – e quali dettagli devo scegliere? E solo dopo che tutto questo era stato deciso usavamo lo schermo di messa a fuoco per mettere la macchina fotografica nella posizione tale per cui  la foto mostrasse tutto quello che volevamo».

(da B. Friedewald, Women photographers, Prestel)

Proprio di questa fotografa poco nota al grande pubblico apre a maggio al MoMA Dal Bauhaus a Buenos Aires: Grete Stern e Horacio Coppola. E’ la prima grande mostra sulla fotografa di origine tedesca, il cui lavoro è esposto insieme a quello di un altro protagonista della fotografia d’avanguardia, l’argentino Horacio Coppola.